Fermata ferroviaria di Grugliasco

23 settembre 2016 in Comunicato stampa Grugliasco, Generale

E’ stata negli ultimi anni un vanto dell’attuale Amministrazione comunale , un fiore all’occhiello , una conquista per la citta’ .

Premesso ed accertato che la manutenzione dei binari spetta alle Ferrovie , ed invece la manutenzione della struttura della fermata ferroviaria compete al Comune di Grugliasco ,  la considerazione che deriva e’ :                                                                                                              agli assessorati competenti e agli attuali decisori politici  importa solo infrastrutturare ed antropizzare sempre piu’ il nostro territorio senza poi farsi carico della successiva manutenzione e decoro, con i cittadini residenti lasciati soli a risolversi i problemi di degrado .                            Questo modo di agire , nello specifico , mortifica le aspettative ottimistiche finalizzate e tanto sbandierate del miglioramento dei servizi di trasporto pubblico locale per le nuove fermate ferroviarie previste  a Quaglia -Le Gru , della linea di ferrovia metropolitana che dovrebbe collegare l’ospedale s.Luigi di Orbassano con Torino Stura.

Gli attuali e i futuri passeggeri sono e saranno incentivati ad usare mezzi alternativi di trasporto alla propria automobile dovendo accedere ed attendere i treni in strutture così fatiscenti , degradate,indecorose e poco sicure ?                                                               Dopo varie proteste l’Amministrazione comunale ha cercato di dimostrare di voler ascoltare facendo chiudere nelle ore notturne l’accesso alla fermata ferroviaria ignorando però la possibilità di porre rimedio ai danni provocati dai vandali e dagli incivili che frequentano il posto.                                                                                                                  Così  l’ascensore continua ad essere inutilizzabile per i disabili  e le mamme con le carrozzine, i corridoi e certi angoli della fermata versano in condizioni igieniche spaventose , gli infissi divelti non vengono riparati e sostituiti , i bagni continuano ad essere inesistenti .

Grande è il sospetto che nelle dichiarazioni pubbliche , il Sindaco e l’Amministrazione comunale cercano di dimostrare quello che in realta’ non esista, cioe’ un reale interesse ad incentivare il trasporto pubblico rispetto a quello privato.

 

 

 

Piazza Matteotti , cambiera’ la sua immagine ?

21 luglio 2016 in Comunicato stampa Grugliasco, Generale

Piazza Matteotti a Grugliasco cambiera’ la sua immagine . Sì , sara’ pronta una nuova colata di cemento in pieno centro cittadino sulla superficie attualmente occupata da un posteggio auto.                                                                                        I  cittadini potranno scegliere come riportato dai mezzi di informazione dell’Amministrazione comunale tra due progetti di sistemazione di arredi urbani sulla piazza bassa, che per ammissione della stessa sara’ priva di posti auto sotterranei ma non potranno pronunciarsi sulla decisione gia’ presa ed irreversibile della costruzione di questo palazzaccio di cubatura elevata e di stile architettonico incompatibile per il contesto storico urbano in cui esso si va ad inserire.                                                                                                                 Questo è il prezzo che dovra’ pagare la citta’ per delle scelte urbanistiche e politiche assai discutibili di questa e della passata Amministrazione che per poter mettere in sicurezza e ristrutturare una scuola media evitando di fare pressioni ai livelli istituzionali piu’ alti per ottenere i fondi necessari prende la scorciatoia pagando con le alienazioni di patrimonio pubblico comunale i lavori eseguiti dall’ impresa edile. Scelte effettuate con varianti al piano regolatore quando ancora nelle passate legislature non era ancora presente la forza politica del Movimento Cinque Stelle e poi definite in questa da successive delibere di giunta.                                                                                          Siamo molto scettici anche sulla buona intenzione preannunciata di pedonalizzare  a lavori finiti la piazza , memori non solo delle promesse fatte e non mantenute sulla parte alta dall’Amministrazione Mazzù di cui questa è erede , ma anche e sopratutto per i problemi logistici che saranno provocati dall’aumento della popolazione residente in quel contesto con tutto quello che ne derivera’ sulle aumentate esigenze di servizi necessari in un centro storico che sarà sempre piu’ congestionato .

 

 

Le ragioni delle opposizioni a Grugliasco da leggere con lenti d’ingrandimento

17 luglio 2016 in Senza categoria

Dopo le proteste per un atteggiamento antidemocratico tenuto dall’Amministrazione comunale nei confronti delle opposizioni riguardante l’assenza dello spazio dedicato sul periodico della città di Grugliasco , quest’ultima recepisce a proprio modo , assicurando ai cittadini la lettura delle ragioni delle opposizioni da leggere con la lente d’ingrandimento .grugliasco_15[1]grugliasco_15.1[1]

Nuove facolta’ universitarie ? Rivediamo il progetto.

24 aprile 2016 in Comunicato stampa Grugliasco, Generale

Sta arrivando in dirittura d’arrivo il progetto che prevede , in seguito all’accordo tra il rettore dell’universita’ di Torino e l’Amministrazione comunale , lo spostamento delle facolta’ scientifiche sul territorio della nostra città .                                                                                                Il Movimento Cinque Stelle Grugliasco chiede su questo che venga avviata una pausa di riflessione , non perchè sia contrario al principio del trasferimento ma per evitare che questo avvenga producendo un ulteriore indiscriminato consumo di suolo .                                               Infatti le nuove infrastrutture dovranno sorgere in una grande area attualmente a destinazione d’uso agricola tra la linea ferroviaria Torino-Modane e corso Torino , la stessa che era stata individuata dalla Regione Piemonte una decina d’anni fa come possibile insediamento della ” nuova citta’ della salute”. Progetto  successivamente accantonato ed annullato in seguito al cambio del governo politico di questo ente avvenuto in seguito alle elezioni svoltesi allora.                                                                                              Le attuali sedi delle facoltà di agraria e veterinaria , l’attuale sede dell’ARPA (agenzia regionale protezione ambientale) attualmente ubicate sul territorio di Grugliasco sui terreni dell’ex ospedale psichiatrico denominato anche Villa Azzurra , confinano con molti edifici fatiscenti, in qualche caso semidiroccati , comunque abbandonati ed inutilizzati di proprieta’dell’ASL.                                   Quest’ultima ha manifestato recentemente tramite il suo direttore generale l’intenzione di alienare questo complesso , ed ha richiesto un cambio di destinazione d’uso che consenta la realizzazione di un mix funzionale residenziale,  commerciale-direzionale, produttivo di tipo A, turistico-ricettivo per rendere appetibile la vendita.                         L’Amministrazione comunale , a nostro avviso , non doveva produrre subito una modifica alle norme di attuazione per la zona urbanistica Z13-parco ed attrezzature universitarie-ambito A atta a consentire in quel luogo un più ampio ventaglio di destinazioni d’uso, con allargamento di destinazioni aggiuntive , l’esatto contrario nella razionalità di uso del territorio.                                                               Si sarebbe invece dovuto aprire un tavolo di concertazione tra questi enti e la Regione per trovare le soluzioni che permettano di poter insediare le nuove strutture delle facoltà scientifiche anche al posto di quegli edifici attualmente proprietà dell’ASL in via di alienazione e questo tramite un percorso politico-istituzionale .Le soluzioni perche’ avvenga un operazione del genere  sono complesse ,   vanno studiate e valutate , le scorciatoie sono più semplici , magari meno costose , ma quello che alla fine andrà a rimetterci sarà l’ambiente, in definitiva la qualità di vita del mondo in cui viviamo.

 

 

Gianroberto Casaleggio uno di noi .

12 aprile 2016 in Comunicato stampa Grugliasco, Generale, Senza categoria

Nel momento in cui scriviamo la nostra mente è affollata di ricordi , di emozioni , di tristezza , di nostalgia , di amarezza per la prematura scomparsa di un uomo , di un grande uomo che ha portato la nostra nazione , i cittadini italiani  a sperare in un futuro migliore  indicando la strada maestra per fare in modo che questo concretamente possa avvenire.  E proprio sulla strada di questo cambiamento epocale il destino ha voluto che tu non potessi assistere al compimento del tuo disegno politico , alla realizzazione del progetto che avevi messo insieme a Beppe , quello della democrazia diretta e partecipata antitesi di quella delegata . Avevi gettato le fondamenta per costruire una società più equa , solidale , sostenibile, felice , progetto che noi onorando il tuo ricordo promettiamo di continuare a portare avanti cercando di superare con testardaggine ed abnegazione tutte le difficoltà che umanamente si pareranno di fronte a noi nel corso della nostra attività politica tesa unicamente al bene della collettività di cui facciamo parte. Il reddito di cittadinanza , l’ abbattimento dei costi della politica , la trasparenza , la legalità, i beni comuni, la difesa del nostro patrimonio culturale ed ambientale , le eccellenze del made in italy , tutti temi che a te  sono stati cari e  saranno i punti di riferimento,  in cui noi pentastellati con tutte le nostre forze tenderemo a raggiungere i migliori risultati possibili.                            Ma quello tra gli aspetti che aveva colpito di più del tuo carattere che era anni luce distante da quello di altri esponenti  di altre forze politiche,  era la tua estrema riservatezza ,modestia  , l’affabilità  che trasmetteva all’interlocutore che evidenziava comunque il disagio di dover essere famoso per poter contribuire a cambiare in meglio il nostro paese, quello che in definitiva ci portava ad esclamare “Gianroberto uno di noi “.

 

 

 

I partiti che si prendono la responsabilità a Grugliasco……

29 marzo 2016 in Comunicato stampa Grugliasco, Generale, Senza categoria

Ipse dixit: “Occorre che, a partire da questa tornata elettorale, i candidati a ricoprire un incarico negli enti locali si impegnino a praticare,difendere e diffondere la buona politica , dando importanza in particolar modo ai temi della legalità , della trasparenza, della responsabilita’ , dell’etica …”ha dichiarato il Presidente di Avviso Pubblico , Roberto Monta’. Ebbene, queste belle parole…..tali rimangono e pure svuotate di senso poichè ad esse non segue azione concreta. Come sappiamo , anche dalle recenti cronache ( http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/12/10/avviso-pubblico-il-sindaco-presidente-non-paga-le-imposte-disguido-familiare/2294725/), dopo l’appurata e reiterata (per anni) “omissione di pagamento” di tasse comunali dello stesso primo cittadino Roberto Montà, le forze politiche presenti in consiglio comunale PD, Moderati, Italia dei valori, PDL, di fatto avvallano politicamente comportamenti deprecabili, rinunciando a prendere posizione e non firmando la mozione di sfiducia al Sindaco Roberto Montà presentata dal M5S, dalla lista Grugliasco Democratica e Verdi. Le forze di coalizione di maggioranza  hanno voluto mettere la testa sotto la sabbia ignorando il problema, così come la presidenza della commissione controllo e garanzia presieduta da un rappresentante del PDL , molto piu’ attento a non alterare i delicati equilibri politici che a soddisfare le ragioni del suo mandato istituzionale. Il Movimento cinque stelle Grugliasco ritiene inamissibile che una città di quasi quarantamila abitanti possa continuare ad essere guidata come se nulla fosse successo ed essere rappresentata nelle varie sedi istituzionali da rappresentanti che non siano inappuntabili e coerenti. Sopratutto come farà il primo cittadino in qualità di pubblico amministratore ad esigere tasse e contributi dagli altri cittadini quando egli stesso è stato inadempiente e consapevole?  Su questa clamorosa incompatibilità le forze politiche di maggioranza si sono assunte  la responsabilità di stendere un velo di silenzio e di oblio sulla vicenda nei confronti dei cittadini che invece noi non permetteremo.
Seguiranno aggiornamenti.

 

 

 

 

 

A Grugliasco , palazzi al posto di scuole ed asili

6 marzo 2016 in Comunicato stampa Grugliasco, Generale, Senza categoria

Tra i punti all’ordine del giorno del consiglio comunale di Lunedi 7 Marzo è presente , proposta dalla maggioranza politica l’approvazione della variante al piano regolatore generale denominata “35 VAR” che ha per oggetto immobili di proprietà comunale inseriti nel piano triennale delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari 2014-2016.Gli immobili interessati alle modifiche dell’attuale destinazione d’uso sono la scuola “Ungaretti”, l’ asilo “Don Milani “, con relative aree di pertinenza, l’ex Epicentro edificio polifunzionale ,l’ex SIA ora parziamente utilizzato dal comando della polizia municipale che è intenzione dell’amministrazione comunale rilocalizzare. La variante nei suoi propositi si pone l’obbiettivo di “valorizzare” i suddetti immobili , dalla cui alienazione saranno reperite le risorse per investimenti su progetti di interesse pubblico tra cui la razionalizzazione degli spazi scolastici.Il risultato negativo che si delinerà negli anni a venire per effetto di queste decisioni unilaterali prese senza aver consultato preventivamente i cittadini sulla questione sarà che diminuiranno i servizi a fronte di un aumento di popolazione residente provocato dagli indirizzi urbanistici dell’assessorato preposto che ha come finalità la cementificazione degli ultimi spazi verdi anzichè il miglioramento della qualità di vita dei residenti.
Il Movimento 5 Stelle Grugliasco ritiene una scorciatoia deprecabile cambiare destinazione d’uso e poi vendere terreni attualmente occupati da strutture scolastiche per fare ” cassa” per poterne ristrutturare altre.
Un Amministrazione comunale che si rispetti dovrebbe prendere una pubblica posizione di avversità nei confronti delle politiche nazionali sulla sanità e sulla scuola proposte dal governo nazionale ” battendo i pugni” sui tavoli di concertazione quando quest’ultimo propone i cosiddetti tagli ,anzichè accettare tutto questo supinamente svendendo a privati il patrimonio pubblico locale ed impoverendo la città di risorse che invece andrebbero custodite gelosamente e valorizzate.

Le riforme del PD riducono gli spazi di democrazia

15 febbraio 2016 in Comunicato stampa Grugliasco, Senza categoria

Per questo autunno è previsto il referendum confermativo che dovrà ratificare la riforma del senato della repubblica approvato recentemente dalla maggioranza politica del  parlamento italiano . Riforma perniciosa e carica di negatività approvata nonostante che una parte consistente e variegata dell’opposizione  in Parlamento fosse contraria e che doveva essere il presupposto non considerato che ragionevolmente doveva  fare abortire l’iniziativa sul nascere trattandosi di un cambiamento costituzionale che per la sua stessa natura doveva raccogliere il consenso della quasi totalità degli eletti . Purtroppo come troppo spesso accade le ragioni delle opposizioni politiche non vengono prese in considerazione a livello nazionale come a livello locale prescindendo dalla bontà delle argomentazioni , producendo degli effetti nefasti sulla società civile e sui cittadini che inevitabilmente in coseguenza di ciò perderanno sempre di più la fiducia nelle rappresentanze repubblicane .                                                            All ‘ istituzione Citta’ Metropolitana ex provincia di Torino , di cui i cittadini non potranno piu’  eleggere direttamente i propri rappresentanti , si aggiungerà per il desiderio autoritario e despota del governo Renzi l’istituzione Senato della Repubblica se il risultato del referendum confermativo  dovesse premiare in autunno le sue tesi.  Con il pretesto di un famigerato snellimento della catena di comando si produrranno i presupposti per l’evoluzione di una democrazia  sempre meno rappresentativa e sempre più “nominata”  .    Vincessero i si dato che trattasi di referendum confermativo e non abrogativo , avremmo un Senato della Repubblica svuotato dalla sua funzione principale cioe’ dare o togliere la fiducia al governo che diventerà prerogativa esclusiva della Camera dei deputati, avremmo 100 senatori di cui 74 consiglieri regionali, 21 sindaci , 5 nominati dal Capo dello stato , i quali potranno votare esclusivamente la legge di bilancio , riforme costituzionali, leggi elettorali degli enti locali, ratifiche di trattati internazionali e leggi su referendum popolari.                                          Incredibile ma vero questi rappresentanti del popolo non riceveranno alcuna indennità aggiuntiva , per cui se l’assenteismo nei lavori parlamentari raggiungeva già adesso dei livelli ragguardevoli figuriamoci dopo l’eventuale riforma con un doppio -triplo incarico , in aggiunta però avranno le stesse tutele dei deputati , cioè non potranno essere arrestati o sottoposti ad intercettazione senza autorizzazione da parte del Senato stesso.                                               Sorge allora naturale e spontaneo il dubbio che questa riforma non sia stata architettata per fare funzionare meglio le istituzioni che invece hanno funzionato egregiamente e bene fino ai nostri giorni da quando i padri costituenti prendendo spunto dai valori nati dalla Resistenza l’hanno scritta subito dopo la fine della seconda guerra mondiale , ma per ben altri motivi che lascio dedurre ai lettori di questo articolo.

 

 

Assicurazioni e dintorni…

14 gennaio 2016 in Generale

Dalla pagina social del comune, sul sito e via newsletter si apprende che dal mese di gennaio 2016 tutti i cittadini residenti a Grugliasco che subiranno un furto nella propria abitazione potranno godere di un’assicurazione. Non entro nel merito della bontà di questo tipo di contratto, con annesse sue clausole d’esclusione, limitandomi a ciò che un normale lettore può comprendere coi suoi mezzi. Leggo e rileggo la notizia perché è ricca di enfasi e scritta in tono entusiastico, così come molti commenti postati: da ora il malcapitato grugliaschese in caso di sinistro si sentirà più protetto e sicuro e con la modica spesa di 20 euro di pratica d’istruttoria ha diritto all’assistenza gratuita di un fabbro/vetraio, baby sitter se necessario, guardia giurata e addirittura dell’impresa di pulizie .Tutto grazie a Reale Mutua Assicurazioni e Shop ville Le Gru. Sembra una pubblicità perfetta, tra l’altro impacchettata come uno scintillante regalo natalizio dall’amministrazione grugliaschese.
Ma è davvero tutto oro quel che luccica? Ovviamente no! Come ogni prodotto reclamizzato si mostrano solo i punti forti, omettendo il resto. Continua a leggere questo articolo →

Grugliasco – Auguri di buon 2016

27 dicembre 2015 in Comunicato stampa Grugliasco, Generale

Buon 2016,

con la speranza che ci porti in dote una nuova Amministrazione comunale che permetta di chiudere definitivamente un epoca di oscurantismo, di decadenza, di superficialità, di pressapochismo, di pena per tanti, molti, troppi cittadini che risiedono e vivono nella città di Grugliasco.
Una realtà sociale, economica,ambientale che da una decina di anni a questa parte non ha fatto altro che peggiorare per scelte politico-amministrative infelici e deleterie portate avanti da amministratori pubblici arroganti assolutamente non inclini al confronto e al dialogo con le forze di opposizione in consiglio comunale, tanto meno con i cittadini sulle più svariate istanze. Continua a leggere questo articolo →